resta in forma con
Despar Sicilia
{{'2018-02-15 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Dopo l’allenamento, raffredda i motori

Lo sanno tutti, prima di fare sforzi in palestra o all’aperto, è fondamentale dedicare del tempo al riscaldamento. Attivare muscoli e cuore serve per affrontare lo sforzo dell’allenamento con più sicurezza e aumentando le proprie prestazioni. Quasi nessuno, però, ha ben chiara l’altrettanto grande importanza del defaticamento.
Dedicare alcuni momenti alla fine dell’allenamento per tornare a una situazione di “attivazione normale” è molto importante per mente e corpo.
Quali benefici porta?

Benefici fisici
Il defaticamento aiuta a ridurre la temperatura del corpo e il ritmo respiratorio. Sarà utile a rimuovere più velocemente le scorie che si accumulano nel sangue, velocizzando il recupero. Fare un po’ di stretching può servire anche a contrastare l’indolenzimento che si sente dopo essersi allenati, oltre che a migliorare la propria flessibilità generale. Facendo “cool down”, il nome tecnico per il defaticamento, si evita l’interruzione troppo brusca dello sforzo evitando giramenti di testa o svenimenti legati al rallentamento troppo improvviso del circolo.

Benefici mentali
Dedicarsi al defaticamento non serve solo a sentire meno male il giorno dopo l’allenamento. È un toccasana anche per la propria mente. Dopo uno stato di stress fisico, infatti, si torna lentamente a uno stato di rilassamento e passare per questa fase di raffreddamento, aiuta a imprimere nella memoria un ricordo positivo dell’allenamento.
Pensateci, dopo un allenamento finito all’improvviso, è rimasta impressa nella vostra memoria la sensazione di dolore causata dall’acido lattico accumulato, oltre alla fatica provata durante gli esercizi. Se questi sono i ricordi che restano, sarà molto difficile affrontare i successivi allenamenti con positività. Al contrario, dedicando qualche momento al defaticamento, sarà possibile associare emozioni positive all’allenamento e affrontarlo con più motivazione.

Come fare?
Il defaticamento è da pensare come un riscaldamento al contrario: basterà dedicare 5-10 minuti all’attività aerobica piuttosto blanda. Magari iniziando con dello stretching molto leggero, evitando stiramenti. In questo modo, sarà mantenuta una buona mobilità e articolazioni sane e protette dall’invecchiamento dei tessuti.

Allora, la prossima volta che vi esercitate, ricordate la triade perfetta: riscaldamento, allenamento e defaticamento.

Potrebbero interessarti anche:

{{'2019-02-04 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2019-02-04 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Yoga: benessere per corpo e mente

Se durante l’inverno la corsa non sembra lo sport più invitante, si possono provare delle alternative al coperto così da attivare il proprio organismo senza raffreddarsi troppo!

scopri di più
{{'2019-01-18 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2019-01-18 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Correre in inverno: tutti i consigli

“Da domani inizio a correre!” probabilmente è la frase che si sente ripetere più spesso quando il nuovo anno inizia

scopri di più